Benvenuto nel sito ufficiale di informazione turistica del Comune di Forlì e dei Comuni del comprensorio

ITA
ENG
Home > Canali tematici > Eventi > Manifestazioni e Iniziative > Cinema e video
 | 

Festival del cinema africano



locandina ufficiale

L'incontro atteso
Sala Multimediale San Luigi
- Forlì



Periodo di svolgimento

 

dal 1 al 22 marzo 2018


Orario:

vedi programma



Torna il consueto appuntamento con il Festival del cinema africano a Forlì, giunto alla 22^ edizione. Ogni proiezione, dal 1 marzo al 22 marzo 2018, sarà preceduta da una presentazione delle proiezioni a cura di alcuni esperti che ne spiegheranno il significato, sia da un punto di vista tecnico, sia dei contenuti, per scoprire la bellezza di altre affascinanti culture.


Programma

 

Programma incontri


Giovedì 1 marzo ore 21:00
Ingresso gratuito
Sala San Luigi (Via Luigi Nanni 12)
• Presentazione della rassegna e saluto dell’Assessore al Welfare, Pace e Diritti Umani del Comune di Forlì;
• Intervento a cura degli organizzatori del Festival del Cinema Africano Asia e America Latina del COE (Centro Orientamento Educativo) di Milano;
• Proiezione di un montaggio dei corti più apprezzati delle rassegne precedenti;
• Buffet preparato e animato dai ragazzi richiedenti asilo; avremo così modo di accoglierli nella loro nuova città.


Giovedì 8 marzo ore 21:00
Wallay” (Te lo giuro)
di Berni Goldblat (Burkina-Faso/Francia 2017) 83’
Il film racconta le vicende di Ady, tredici anni e cresciuto nella banlieue francese. Quando un’estate, dopo l’ultima spavalderia, viene spedito dal padre dai parenti in Burkina Faso, Ady scopre che la sua famiglia e l’Africa sono diverse da come se le immaginava. La sua vacanza non è affatto una vacanza. Inizialmente vorrebbe scappare, ma giorno dopo giorno capirà di non poter fuggire da se stesso e finirà così per conoscersi meglio.
Introduce la serata la Dott.ssa Gigliola Casadei dell’Ass. LVIA - Forlì nel Mondo


Giovedì 15 marzo ore 21:00
Attraversando l’Africa” Serata di cortometraggi
Ailleurs” (Altrove)
di Othman Naciri (Marocco 2016) 17’
Salem, un anziano nomade, abbandona Tindouf, il quartier generale dei separatisti Saharawi, e inizia un lungo viaggio verso il “più bel paese del mondo”: la sua infanzia. Sul suo cammino incontra Demba, un rifugiato senegalese che sta cercando di raggiungere la propria famiglia a Casablanca. In una terra di nessuno, i due condividono emozioni, paure, speranze.

Un metier bien” (Un mestiere per bene)
di Farid Bentoumi (Algeria/Francia 2015) 25’
Alla morte della madre, Hakim , giovane francese di origini maghrebine, decide di trovarsi un buon lavoro e di mettere la testa a posto. Il quartiere non offre molto e Hakim si ritrova a vendere hijab in un negozio di abbigliamento gestito da ferventi mussulmani.

 

Un enfant perdu” (Un bambino si è perduto)
di Abdou Khadir Ndiaye (Senegal 2016) 19’
Il figlio di una famiglia benestante si perde per le strade di Dakar ed entra in contatto con il mondo che lo circonda. Comincia così un viaggio d’iniziazione nei quartieri più poveri della città.

 

Les empreintes douloureuses” (Le impronte dolorose)
di Bernard A. Kouemo Yanghu (Camerun/Francia 2015) 18’
Nathalie, giovane francese di origini camerunesi, sta attraversando un momento difficile perché non riesce a trovare lavoro. Ossessionata dalla sua immagine, Nathalie è convinta di doversi rifare il naso. A Tolosa, viene a trovarla dall’Africa la madre, ancora in lutto dopo 13 anni. Lo scontro tra le due donne su questa operazione servirà ad entrambe a fare un passo in avanti nella consapevolezza e accettazione di sé.

 

Nyerkuk” (Piccola peste)
di Mohamed Kordofani (Sudan 2016) 19’
Dopo aver perso il padre in un bombardamento aereo, Adam, un bambino di 10 anni, è costretto a fuggire in città. Per sopravvivere, diventa un abilissimo scassinatore di appartamenti, il più bravo e il più ambito. Le cose si complicano quando Adam decide di emanciparsi dal suo boss e cambiare vita.
Introduce la serata la Dott.ssa Gigliola Casadei dell’Ass. LVIA-Forlì nel Mondo

 

Giovedì 22 marzo ore 21:00
Retrospettiva: i “classici” del cinema africano
Hyenes” (Iene)
di Djibril Diop Mambéty (Senegal 1992) 110’
A Colobane, piccolo villaggio un tempo ricco di fascino ma ora sprofondato nella povertà del Sahel, i “griot” annunciano agli abitanti una notizia incredibile: Linguère Ramatou, una donna che aveva lasciato il villaggio trent’anni prima e che all’estero è divenuta proprietaria di una colossale fortuna, torna in visita al paese natio. In occasione di un grande banchetto la donna annuncia di voler donare al villaggio una grande somma di denaro, ma ad una condizione… La più nota opera teatrale del grande drammaturgo svizzero Friedrich Dürrenmatt, qui reinterpretata in chiave africana.

Introducono la serata Barbara Grassi (Storica del cinema) e Francesco Saverio Marzaduri (Critico cinematografico).

 



Tariffe

5 euro
Ingresso: a pagamento


Per informazioni

 

Sala Multimediale San Luigi

Via Luigi Nanni, 12 – 47121 Forlì

Tel. 0543.375688 – Fax 0543 375605

e-mail: info@salasanluigi.itwww.salasanluigi.it

 

Associazione Forlì nel Mondo – LVIA

Via delle Torri, 7/9 – 47121 Forlì – Tel. e Fax 0543.33938

e-mail: emiliaromagna@lvia.itwww.lvia.it/forli.html




Ultimo aggiornamento sabato 24 febbraio 2018


Torna indietro

Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 47121 Forlì - Tel. 0543 712111
Partita IVA: 00606620409
A cura della Redazione di Turismo Forlivese, C.so Diaz, 21 - 47121 Forlì - redazione.turismo@comune.forli.fc.it

Questo sito internet è valido xhtml 1.0 strict, clicca per accedere al validatore xhtml 1.0, il sito verrà aperto in una nuova finestra Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra sito internet validato wcag wai a