Benvenuto nel sito ufficiale di informazione turistica del Comune di Forlì e dei Comuni del comprensorio

ITA
ENG

Melozzo degli Ambrosi

Illustre personaggio forlivese. Grande pittore del virtuosismo prospettico e d'illusione di spazi aperti tra architetture dai colori ricchi e sgargianti e dalla grande capacità di resa, quasi fotografica, dei volti.


La vita

Melozzo da Forlì nacque nel 1438 da Giacoma e Giuliano degli Ambrosi di cui però non si sa l'occupazione. Tuttavia gli studiosi sono concordi nel ritenere che la scelta di diventare pittore rientrasse nel campo delle possibili specializzazioni artigianali entro cui, per tradizione, si muoveva la famiglia.
Poco si sa di lui; si pensa che abbia visto le opere del Mantegna a Padova e le pitture ferraresi. Nella Roma di Papa Sisto IV, dove diviene pittore papale, lascia molti suoi capolavori: il grande affresco dell'Ascensione di Cristo nell'abside della Chiesa dei SS. Apostoli, un ritratto politico della corte papale nella Biblioteca Vaticana, le prospettive di leggere architetture nella Biblioteca Greca e affreschi a Palazzo Riario, oggi Altemps. L'assenza di suo opere dalla Cappella Sistina, ha fatto pensare ad un allontanamento del favore del Papa.
Con i suoi allievi dipinge solo una scena della Passione di Cristo nella Sacrestia di S. Marco della Basilica della S. Casa a Loreto.
Dopo un primo trasferimento ad Ancona, segue Girolamo Riario a Forlì. Nella sua città vive il declino in povertà; affresca la cupola della Chiesa distrutta di San Giovanni Battista e, con l'allievo forlivese Marco Palmezzano, la Cappella della famiglia Feo, dalla bellissima cupoletta, nella Chiesa di San Girolamo, distrutta nel 1944 da un bombardamento.
Muore nel 1494.



Ultimo aggiornamento venerdì 16 settembre 2016

 

Torna indietro

Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 47121 Forlì - Tel. 0543 712111
Partita IVA: 00606620409
A cura della Redazione di Turismo Forlivese, C.so Diaz, 21 - 47121 Forlì - redazione.turismo@comune.forli.fc.it

Questo sito internet è valido xhtml 1.0 strict, clicca per accedere al validatore xhtml 1.0, il sito verrà aperto in una nuova finestra Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra sito internet validato wcag wai a