Benvenuto nel sito ufficiale di informazione turistica del Comune di Forlì e dei Comuni del comprensorio

ITA
ENG

Marco Palmezzano

Autoritratto Marco Palmezzano illustre pittore forlivese. Sebbene allievo di Melozzo, risentì molto della pittura ferrarese ed in particolare dell'influenza di Giovanni Bellini. Fu un pittore molto attivo, lascia infatti numerose opere a Forlì, custodite in alcune chiese e raccolte private. Lavorò a Roma e a Loreto sotto la guida di Melozzo e alcuni suoi dipinti sono esposti nella Pinacoteca di Forlì, in quella di Vicenza e a Brera.

 

Forlì

 

L'attività artistica del Palmezzano è straordinariamente longeva tanto da imporlo in Romagna a partire dalla fine del Quattrocento come protagonista indiscusso della più matura pittura prospettica.


Nato probabilmente fra il 1456 e il 1459 fu allievo di Melozzo degli Ambrosi e con lui fece e condivise il viaggio a Roma. Fra il 1493 e il 1494 è di nuovo a Forlì e con il maestro dipinge la Cappella Feo in San Biagio, una delle grandi perdite artistiche causate dalla seconda guerra mondiale. E se nell'invenzione della cupola era certo ancora il Melozzo a coniugare la certezza prospettica di Piero della Francesca con l'illusione del Mantegna, negli apostoli pensosi si rintracciano già le sigle inconfondibili dell'allievo.


Dopo una breve esperienza a Venezia tornò a Forlì, divenendo l'artista di riferimento per la piccola aristocrazia locale alla 'corte' di Caterina Sforza, signora di Forlì.


L'ultimo trentennio di attività dell'artista è la storia del suo successo in Romagna, dell'affermazione incontrastata del suo modello di pala prospettica, della sua pittura compatta e lucente.


Il pittore seppe infatti imporsi oltre che a Forlì anche a Faenza e nelle valli circostanti. Si tratta di un successo che solo la comparsa della maniera raffaellesca saprà davvero oscurare.
A Forlì possedeva diverse case, morì nel 1539 in quella situata lungo la Strada della Torre, attuale Via Giovane Italia.

Ultimo aggiornamento venerdì 16 settembre 2016

 

Torna indietro

Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 47121 Forlì - Tel. 0543 712111
Partita IVA: 00606620409
A cura della Redazione di Turismo Forlivese, C.so Diaz, 21 - 47121 Forlì - redazione.turismo@comune.forli.fc.it

Questo sito internet è valido xhtml 1.0 strict, clicca per accedere al validatore xhtml 1.0, il sito verrà aperto in una nuova finestra Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra sito internet validato wcag wai a