Benvenuto nel sito ufficiale di informazione turistica del Comune di Forlì e dei Comuni del comprensorio

ITA
ENG

Roberto Ruffilli

Senatore della Repubblica, stretto collaboratore di Ciriaco De Mita e responsabile della Democrazia Cristiana per i problemi dello Stato, fu ucciso il 16 aprile 1988 dalle Brigate Rosse nella sua abitazione di C.so Diaz a Forlì.

La vita

Roberto Ruffilli nasce a Forlì il 18 febbraio 1937 e a Forlì compie gli studi fino al raggiungimento della maturità classica. Sotto la guida di maestri come Gianfranco Miglio e Feliciano Benvenuti si laurea in Scienze Politiche all'Università Cattolica di Milano. Nel 1976 vince il concorso di Storia Contemporanea, disciplina che insegna presso l'Ateneo di Bologna fino al 1987 quando ottiene il passaggio alla cattedra di Storia delle Istituzioni Politiche. E' proprio questa la materia che meglio esprime il suo interesse e la sua passione per la politica.
All'interno della sua produzione è emblematico il convergere dei suoi studi sulle vicende costituzionali coniugate al forte interessamento per la trasformazione dei regimi democratici del Novecento, filone all'interno del quale si inserisce il suo impegno per l'avvio delle riforme istituzionali in Italia. Il suo pensiero politico si sostanzia nel rifiuto di una strada necessariamente conflittuale nella vita democratica del paese. Viceversa '...è necessario l'accordo sulla definizione delle regole del gioco democratico, un accordo che fissi le responsabilità politiche per la progettazione del cambiamento e le responsabilità sociali per la gestione dei servizi, e che metta le une e le altre sotto il controllo effettivo, elettorale e non, delle masse e consenta ad esse di gestire direttamente i sacrifici per una nuova espansione'. Ecco quindi l'idea centrale di Ruffilli professore e politico, l'idea che vede all'interno del programma politico la restituzione al cittadino del suo ruolo di arbitro nell'ambito di quella democrazia partecipata che lo stesso Ruffilli aveva studiato e che si stava impegnando a costruire quando le Brigate Rosse lo freddarono il 16 aprile 1988 nella sua abitazione forlivese di Corso Diaz.



Ultimo aggiornamento venerdì 16 settembre 2016

 

Torna indietro

Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 47121 Forlì - Tel. 0543 712111
Partita IVA: 00606620409
A cura della Redazione di Turismo Forlivese, C.so Diaz, 21 - 47121 Forlì - redazione.turismo@comune.forli.fc.it

Questo sito internet è valido xhtml 1.0 strict, clicca per accedere al validatore xhtml 1.0, il sito verrà aperto in una nuova finestra Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra sito internet validato wcag wai a