Benvenuto nel sito ufficiale di informazione turistica del Comune di Forlì e dei Comuni del comprensorio

ITA
ENG

Per pievi e santuari in Val Tramazzo

Percorriamo la valle del Tramazzo visitando quei luoghi dal sapore di una fede antica, quasi millenaria, nei quali ritemprare lo spirito oltre che soddisfare la voglia di conoscere.




Periodo di svolgimento: sempre


Notizie aggiuntive

Per informazioni:
Comune di Tredozio +39.0546.943937
Comune di Modigliana +39.0546.949511


Itinerario

Tredozio-Ottignana-Castello-Pereta-San Valentino-Trebbana-Modigliana-Tossino


Itinerari dettaglio

A Tredozio, in via XX Settembre la Chiesa della Compagnia del SS. Sacramento e Oratorio della Beata Vergine delle Grazie , edificata nel XIV secolo è un bell'esempio di architettura religiosa locale.
In Via Marconi si trova invece la Pieve di San Michele Arcangelo , risalente al XII secolo, venne modificata più volte nella struttura architettonica, soprattutto con l’aggiunta delle due navate laterali nel 1795.
All’inizio del paese, sulla sinistra della S.P. 20, si trova il monastero della SS. Annunziata la cui fondazione risale al secolo XI, fino al 1810 appartenuto all'ordine domenicano, oggi destinato a ospitare eventi turistico culturali.
Da Tredozio, lungo la strada panoramica che porta al Tramazzo e a San Benedetto in Alpe la Chiesa di Santa Maria in Ottignana. Le prime notizie relative alla chiesa risalgono al 17 luglio 1181, data in cui Papa Alessandro III pose la chiesa sotto la protezione della Santa Sede. Al suo interno, la 'Madonna col Bambino', tempera su tavola del XV secolo.
A 5 km da Tredozio, sulla strada comunale che corre lungo il crinale fra Tredozio e Rocca San Casciano la Chiesa di Santa Maria in Castello, un'antica chiesa medioevale restaurata, sorta sui resti di un castello, 'Castrum Collinae', edificato proprio sulla sommità della valle e abbandonato alla fine del XIII secolo.
A 5 Km da Tredozio, sulla strada provinciale tra Tredozio, Monte Busca e Portico incontriamo la Chiesa di Sant’Andrea in Pereta , fondata nell'893 e completamente distrutta dal terremoto del 1661. Sulle fondamenta della chiesa crollata venne costruita una casa colonica alla quale fu dato il nome di 'Prè Vècc'.
A 5 km da Tredozio, prendendo la strada comunale San Valentino (ora intitolata al Battaglione Silvio Corbari), si raggiunge la Pieve di San Valentino, un'antichissima pieve (562 d.C.), alla cui giurisdizione vennero assegnati i territori che si estendevano a sud fino oltre Gamogna.
Dopo aver percorso per 8 km la strada provinciale in direzione Sud verso il monte Tramazzo, si può raggiungere la chiesa e monastero di San Michele in Trebbana a piedi con mezz'ora di cammino verso il crinale, oppure in auto attraverso la strada bianca che da Lutirano va verso Sud, fino a Ponte della Valle poi la strada interpoderale che porta a Trebbana. La sua fondazione risale al 1063, anno in cui la chiesa fu donata a San Pier Damiani per gli eremiti di Gamugno. Insieme al monastero di Gamogna, il complesso ha sempre fatto parte del cosiddetto Piviere di San Valentino.
Giungendo a Modigliana attraverso la SP 20 in Piazza C. Battisti, visitiamo il Duomo: è l'antica Pieve di Santo Stefano in Juviniano di cui non rimane che la cripta, profondamente rimaneggiata già nel XV secolo.
In Via Amendola, ecco la Cappella di Gesù Morto, risalente al XII secolo, un tempo cripta dell’antica Pieve di Santo Stefano, attualmente sacrario dei caduti in guerra.
Sulla stessa via incontriamo il Santuario della Madonna del Cantone, costruito a ridosso dell'angolo dell'abside della Pieve, ora
Duomo, risale presumibilmente al XV secolo.
Sempre lungo la via, nei pressi di Piazza Oberdan, spunta la Chiesa del Convento delle Agostiniane, costruita da Giovan Battista Savelli tra il 1746 e il 1748, sul luogo dove già sorgeva una piccola cappella.
In Piazza Oberdan, si trova invece la Chiesa di San Domenico è sorta nel 1473 sul luogo di una cappella dedicata alla Madonna delle Grazie.
In Piazza Pretorio, l’Oratorio di San Sebastiano e San Rocco , sede dei Padri Scolopi delle Scuole Pie che istituirono la scuola nella casa contigua, risale al 1690.
Provenendo da Faenza, poco prima dell’abitato, in Via dei Frati, l’Ex Convento dei Cappuccini, fondato nel 1561 dai padri Lorenzo Visani da Fognano e Bernardino Piazza da Modigliana sul luogo detto Monte Castellaro.
Lungo la SP 20 a 3 km, prima di Modigliana provenendo da Faenza, in località Tossino, si trova San Pietro in Tossino, chiesetta romanica risalente al secolo XIII.
Della struttura originaria rimane la parte absidale con finestrelle e il fianco meridionale con un portale ad arco.


Ultimo aggiornamento mercoledì 28 aprile 2021

 

Torna indietro

Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 47121 Forlì - Tel. 0543 712111
Partita IVA: 00606620409
A cura della Redazione di Turismo Forlivese, C.so Diaz, 21 - 47121 Forlì - redazione.turismo@comune.forli.fc.it

Questo sito internet è valido xhtml 1.0 strict, clicca per accedere al validatore xhtml 1.0, il sito verrà aperto in una nuova finestra Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra sito internet validato wcag wai a