Benvenuto nel sito ufficiale di informazione turistica del Comune di Forlì e dei Comuni del comprensorio

ITA
ENG

 

In campagna pedalando

E' un itinerario facile che raggiunge le frazioni di San Giorgio, Roncadello, Barisano, San Pietro in Trento, Poggio, Malmissole e ritorno.

 

Informazioni turististiche
Indirizzo
: IAT - Piazza Saffi, 8 (Sala XC Pacifici), 47121 Forlì (FC), Italia
Telefono: +39.0543.712435
Fax: +39.0543.712755
Mail: iat@comune.forli.fc.it

Periodo di svolgimento

Sempre consigliato.

Modalità di accesso e requisiti

L'itinerario si svolge su strada asfaltata e in pianura e non presenta particolari difficoltà.

Itinerario

San Giorgio-Roncadello-Barisano-San Pietro in Trento-Poggio-Malmissole-Forlì

Itinerari dettaglio

Da via Ravegnana, alla rotonda dell'Ospedaletto si imbocca Via Zampeschi fino ad arrivare alla chiesa di San Giorgio. Si gira a sinistra in Via Due Ponti e passando a fianco della Cantina sociale, si prosegue fino a Roncadello. All'incrocio con il canale emiliano-romagnolo, si gira a destra su Via del Canale e si prosegue per alcuni km fino ad arrivare a Barisano.


In corrispondenza con il Mulino Guardigli si gira a destra in Via Voltuzza e dopo poche decine di metri si scorge a sinistra l'antica pieve paleocristiana di San Martino in Barisano, a navata unica, dai mirabili mosaici e affreschi, sorta su quelle terre che erano dei veterani romani della flotta di Classe. Giunti in fondo, all'incrocio con via Trentola sono possibili due varianti:


1) da via Voltuzza giriamo a sinistra e percorrendo fino in fondo la via Trentola, dopo Barisano si giuge a San Pietro in Trento, dove è possibile visitare la bella pieve romanica del IX secolo, a tre navate, posta fra i campi.


2)da via Voltuzza si gira a destra, si percorre Via Trentola in direzione Poggio e a poche decine di metri incrociamo sulla destra Via Brugnola, che passando a fianco a Villa Schiavi, al n. 27 e poco dopo, alla pieve dei Santi Giacomo e Cristoforo di Poggio, nascosta fra i tigli, si ricongiunge con via Trentola. Sempre a destra quindi si prosegue su questa fino a giungere a Malmissole.


Sulla destra scorgiamo una piccola celletta bianca, sul ciglio della carreggiata, dedicata a San Gabriele. Un km circa più avanti, sempre sulla destra ecco la chiesa di San Michele Arcangelo, ricostruita nel dopoguerra, con la piccola grotta della Madonna, il monumento dei caduti delle due guerre, il cimitero mentre quasi sulla strada appare il circolo Acli.


Poco prima del cavalcavia, sulla destra, scorgiamo la grande villa padronale dei conti Gioppi mentre dalla parte opposta, quasi sotto al ponte, la celletta della Beata Vergine del Carmine in Boara. Questo infatti era sulle antiche carte il nome di questa località fino al XV secolo circa.


Oltrepassato il cavalcavia sull'autostrada, all'incrocio con via Due Ponti, proseguiamo sempre dritto, fra campi di grano, pescheti e meleti fino ad intravedere sulla destra il boschetto di cedri del Libano, platani, tigli di Villa Rosina, antica dimora signorile di campagna della famiglia Seganti-Gioppi, a pianta quadrata, immersa nel verde, qualche anno fa utilizzata per cerimonie e banchetti. Continuando fra i campi si giunge a Via Cadore, Via Monte San Michele, Via Gorizia.

 

 

Ultimo aggiornamento venerdì 19 marzo 2021

 

Torna indietro

Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 47121 Forlì - Tel. 0543 712111
Partita IVA: 00606620409
A cura della Redazione di Turismo Forlivese, C.so Diaz, 21 - 47121 Forlì - redazione.turismo@comune.forli.fc.it

Questo sito internet è valido xhtml 1.0 strict, clicca per accedere al validatore xhtml 1.0, il sito verrà aperto in una nuova finestra Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra sito internet validato wcag wai a