Benvenuto nel sito ufficiale di informazione turistica del Comune di Forlì e dei Comuni del comprensorio

ITA
ENG

Collezione Verzocchi

Bracciante Siciliano





La collezione annovera una settantina di opere di pittori contemporanei ispirate al lavoro, commissionate dall'imprenditore forlivese Giuseppe Verzocchi (1887-1970) e in seguito donate alla città.




 

Indirizzo: via Albicini, 12, 47121 Forlì (FC), Italia
Telefono: +39.0543.712627
Fax: +39.0543.712618

sito web: www.cultura.comune.forli.fc.it
Mail: musei@comune.forli.fc.it

Informazioni

Se la collezione riflette il ritratto del collezionista, nella Verzocchi i rimandi speculari tra le opere degli artisti e l'opera del collezionista, tra l'insieme e il suo artefice, sono talmente stretti da definire la collezione stessa. Il progetto del collezionista preordina la collezione secondo un piano di lettura che ne restituisce l'identità e la specificità.


Giuseppe Verzocchi, imprenditore operante nel settore dei materiali refrattari, progetta e realizza con straordinaria intelligenza una raccolta di opere che mette in relazione l'azienda, 'Refrattari Verzocchi', con il mondo dell'arte.
Nel 1949 Verzocchi contatta settantadue artisti della prima e della seconda generazione del Novecento, a cui commissiona un dipinto, ponendo, contestualmente, condizioni e coordinate: il tema (il lavoro), il formato, (cm 70x90) e infine l'inserimento nel dipinto dell'immagine di un mattone refrattario con l'iscrizione 'V&D', sigla dei soci dell'azienda, Giuseppe Verzocchi e Ottavio Vittorio De Romano.


Sono gli anni della ricostruzione post-bellica animati dal fervore della ripresa economica e della ristrutturazione del paese. La riflessione intorno al tema del lavoro assume, in questi anni, una rilevanza etica, al punto di diventare riferimento imprescindibile per il recupero del paese, valore ideale, reale e attuale al tempo stesso. Verzocchi in meno di un anno compie il proprio disegno: gli artisti rispondono proponendo un'opera che, nell'osservanza delle condizioni poste dalla committenza, rispetta valori poetici ed estetici di un intero percorso.


La collezione diventa così la fotografia del panorama artistico del secondo dopoguerra con la complessità e gli intrecci di un contesto vivacissimo e in corso di gestazione, che di lì a poco avrebbe inaugurato la stagione dell'Informale.
La scelta, coraggiosa, di dar credito a quei giovani della seconda generazione che si stavano affacciando alle prime Biennali, ma che non potevano avere un percorso già affermato e consolidato, negli anni riceve conferma: sono Moreni, Morlotti, Afro, Santomaso, Birolli, Capogrossi, Turcato, per citarne solo alcuni.


L'esperienza post-metafisica di Carrà, Casorati, De Chirico, Depero, il gruppo di Novecento, di Sironi, Rosai, Soffici, le esperienze crepuscolari di De Pisis sono lomaggio alle vicende artistiche ormai storicizzate del primo Novecento.
Nel 1961, il 1° maggio, festa del lavoro, Giuseppe Verzocchi consegna il suo monumento a Forlì, la città di origine, perchè la Pinacoteca ospiti, tra le collezioni, la Collezione Verzocchi.

Tariffa d'ingresso

Intero: € 5,00
Ridotto: € 3,00 (giovani dai 19 ai 29 anni possessori di YoungER Card, docenti con Carta DOC Regione Emilia Romagna, forze dell'ordine con tesserino, gruppi maggiori o uguali a 10 unità paganti - tesserati ad associazioni/organismi di promozione sociale a scopo culturale e di promozione e valorizzazione del patrimonio culturale - soci di associazioni a scopo culturale convenzionate con il Comune di Forlì - possessori di ArtCard)
Gratuito: (minori fino a 18 anni; visitatori disabili con un accompagnatore; invalidi; tesserati ICOM, guide turistiche con tesserino; giornalisti con tesserino; interpreti nell'esercizio delle proprie funzioni; possessori di Romagna Visit Card; altre categorie eventualmente incluse nella normativa vigente in materia; possessori carta COOP)

Orario apertura

Orari di Palazzo Romagnoli


La biglietteria è aperta fino a mezz'ora prima della chiusura.


Periodi di chiusura

Chiuso il lunedì, festività nazionali.


Come arrivare

La collezione è custodita presso Palazzo Rokmagnoli. Il Museo si può raggiungere: in bus dalla stazione ferroviaria (linea n.6, fermata GADDI) in auto con parcheggio in piazza Dante Alighieri, in piazza Duomo e in Piazza Guido Da Montefeltro (sosta a pagamento) oppure Parcheggio Dell'Argine in Via Salinatore, gratuito.

Ultimo aggiornamento martedì 2 marzo 2021

 

Torna indietro

Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 47121 Forlì - Tel. 0543 712111
Partita IVA: 00606620409
A cura della Redazione di Turismo Forlivese, C.so Diaz, 21 - 47121 Forlì - redazione.turismo@comune.forli.fc.it

Questo sito internet è valido xhtml 1.0 strict, clicca per accedere al validatore xhtml 1.0, il sito verrà aperto in una nuova finestra Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra sito internet validato wcag wai a