Benvenuto nel sito ufficiale di informazione turistica del Comune di Forlì e dei Comuni del comprensorio

ITA
ENG

 

Dovadola

 

Dovadola - Scorcio del paese Le prime tracce d'insediamento risalgono all'epoca romanica. Il nome di questo borgo medioevale, situato nelle prime colline dell'Appennino Tosco-Romagnolo, lungo la valle del Montone, pare derivi dal latino ?duo vadora', due guadi.
Il suo centro storico infatti, oltre ad essere caratterizzato dalla fortificazione eretta dai Conti Guidi intorno al XII° secolo (la Roccaccia), è situato su un'ansa del fiume che si attraversa sia in entrata che in uscita dal paese.


Il borgo è circondato da una cortina di case risalenti alla stessa epoca con una piazzetta centrale ad anfiteatro, dove fino al 1965 si svolgeva il mercato degli animali da cortile tanto che in dialetto era soprannominata la ?piazeta dagl ovi'.
L'architettura del paese risente fortemente dell'influsso toscano. Il Comune di Dovadola, infatti, entra a far parte della Romagna solo nel 1923 quando è annesso alla Provincia di Forlì.


Il territorio prevalentemente collinare, ha consentito, fino agli anni '60, uno sviluppo soprattutto a Ovest dell'attività agricola con 270 case sparse cosiddette a podere, fra le quali la Casa Colonica Montaguto(casa rurale con oratorio ed edificio padronale), in frazione San Ruffillo, censita per la prima volta nel 1551, dove nel 1882 fu posta una lapide commemorativa in onore del passaggio di Garibaldi (1849) e lo stemma Blanc Tassinari.


L'economia ha prevalente carattere agricolo artigianale.
Il paese infatti, pur vicinissimo a Forlì, mantiene la sua identità di borgo rurale legato alle proprie tradizioni: una su tutte la ricerca e la preparazione del pregiatissimo tartufo bianco, la cui festa si celebra da più di 30 anni la terza e la quarta domenica di ottobre.


Oltre a questa immancabile manifestazione, le principali attrazioni turistiche sono soprattutto di carattere religioso come l'Eremo santuario di Montepaolo, sorto nel luogo della grotta dove Sant'Antonio da Padova permase a pregare nel 1221, il museo ed il sarcofago della venerabile Benedetta Bianchi Porro, conservato nell'Abbazia romanica di Sant'Andrea, costruita nel XI° secolo nel punto in cui sorgeva un'abbazia fondata dai monaci cluniacensi.





Altitudine: 145 mslm
Abitanti: 1.563 abitanti
Superficie: 38 kmq


Come arrivare

Il territorio comunale di Dovadola è interamente compreso nella valle del Montone. A est confina con il Comune di Castrocaro, a sud est con il comune di Predappio, a nord con il Comune di Rocca S.Casciano, a ovest con il comune di Modigliana.
Distanza da Forlì km 18
casello autostradale Forlì km 25
stazione ferroviaria di Forlì km 20
aeroporto di Forlì km 20



Per informazioni turistiche


Indirizzo: Piazza della Vittoria, 3, 47013 Dovadola (FC), Italia
tel: Comune +39.0543. 934764 - +39.0543.933213 Ufficio segreteria +39.0543.934703
Fax: +39.0543.934703

mail: r.difazio@comune.dovadola.fc.it ; f.gardini@comune.dovadola.fc.it

Sito WEB: http://www.comune.dovadola.fc.it


Notizie aggiuntive

E' inoltre possibile visitare le aziende agricole ed agrituristiche appartenenti alla Strada dei vini e dei sapori dei Colli di Forlì-Cesena.



Ultimo aggiornamento martedì 9 febbraio 2016

 

Torna indietro

Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 47121 Forlì - Tel. 0543 712111
Partita IVA: 00606620409
A cura della Redazione di Turismo Forlivese, C.so Diaz, 21 - 47121 Forlì - redazione.turismo@comune.forli.fc.it

Questo sito internet è valido xhtml 1.0 strict, clicca per accedere al validatore xhtml 1.0, il sito verrà aperto in una nuova finestra Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra sito internet validato wcag wai a