Benvenuto nel sito ufficiale di informazione turistica del Comune di Forlì e dei Comuni del comprensorio

ITA
ENG

 

Oratorio di Sant'Antonio e San Gennaro




Di origine medievale, ma impreziosita nel Settecento secondo il gusto barocco dell'epoca, la chiesa è collocata sotto la rocca, nel nucleo più antico di Dovadola, la cosiddetta Murata.


Indirizzo: Via Tartagni Marvelli, 1, 47013 Dovadola (FC), Italia
Telefono: Comune di Dovadola +39.0543.934676
Fax: +39.0543.934703



Tariffa d'ingresso: Le visite sono gratuite


Testo analitico

La Chiesa è interessante dal punto di vista architettonico poichè costituita internamente da tre navate di cui le due laterali sono rialzate rispetto a quella centrale e disposte sullo stesso livello dell'altare principale.
Conserva due tele del pittore forlivese Giacomo Zampa, vissuto tra il Settecento e l'Ottocento:
- la tela dei Santi Francesco Saverio, Gennaro, Francesco e Antonio, fin dall'inizio la composizione è stata condizionata dall'inclusione di una immagine sacra più arcaica, forse un monogramma di Cristo simile a quello che accompagna le figure di San Bernardino. In basso sono assiepate le figure estatiche dei Santi. A sinistra compaiono il gesuita Francesco Saverio, campione delle missioni in estremo oriente e molto rappresentato in Romagna, e Gennaro, personaggio al contrario non comune in una chiesa Romagnola, che presenta la scena. A destra i Santi Francesco e Antonio, fratelli nell'ordine ma anche nelle fattezze del viso delicato.
L'opera ripete lo schema compositivo del dipinto con il crocifisso nella chiesa di San Domenico a Faenza. Mentre il complesso dell'immagine è intriso di patetismo stucchevole, i particolari risultano assai interessanti, soprattutto sotto il profilo cromatico modulato sulle tipiche variazioni dei colori tenui per poi accendersi improvvisamente di rosso o di cupi toni bruciati. Merita attenzione in questa scena l'atteggiarsi delle quattro figure sacre, coerenti con l'iconografia tradizionale, e il loro abbigliamento: San Gennaro indossa un piviale (paramento sacro) di raso dal bellissimo color vermiglio; Francesco Saverio ha una cotta (antica tunica) pieghettata e trinata con sopra una stola di una tenerissima tinta violetta. Tutto questo in contrasto con il classico panneggio brunastro dei Santi Francesco e Antonio in atto di adorare.
Le testine infantili della piccola gloria presentano un addolcimento formale nel disegno e una luminosità nel colorito di straordinaria consonanza con il gusto bolognese dei Gandolfi.

- la tela Gloria della Croce e dei Santi. L'oratorio è sorto come cappella del castello medievale ed è posto nella via che conduceva al forte dei Conti Guidi in Toscana. In seguito la cappella passò ai marchesi Tartagni Marvelli che la modificarono per darle le dimensioni attuali, secondo le caratteristiche barocche del tempo. Lo stesso oratorio contiene all'interno le lapidi dei caduti delle due guerre mondiali, assumendo così anche l'aspetto di sacrario. Il dipinto è assolutamente inedito. La tela è sagomata e rappresenta in alto due angeli in volo che reggono, in un cielo gonfio di nubi, una croce da cui si dipartono raggi luminosi. In basso è raffigurato un gruppo di sei Santi in vari atteggiamenti: San Sebastiano, San Nicola da Tolentino, San Lorenzo, Santa Elisabetta d'Ungheria, Teresa d'Avila e San Vincenzo Ferreri. Stilisticamente si tratta di un dipinto singolare. I vari Santi sono impegnati ciascuno nella propria autonoma funzione: sembrano così convenuti occasionalmente a un raduno che non li esenta dalla dimostrazione dei propri attributi individuali. Il dipinto fu commissionato al pittore dalla famiglia Tartagni Marvelli di Dovadola.

Notizie aggiuntive

Saltuariamente vi si tengono manifestazioni e concerti.


Come arrivare

La Chiesa è situata nel centro storico di Dovadola.




Ultimo aggiornamento mercoledì 26 agosto 2020

 

Torna indietro

Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 47121 Forlì - Tel. 0543 712111
Partita IVA: 00606620409
A cura della Redazione di Turismo Forlivese, C.so Diaz, 21 - 47121 Forlì - redazione.turismo@comune.forli.fc.it

Questo sito internet è valido xhtml 1.0 strict, clicca per accedere al validatore xhtml 1.0, il sito verrà aperto in una nuova finestra Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra sito internet validato wcag wai a