Benvenuto nel sito ufficiale di informazione turistica del Comune di Forlì e dei Comuni del comprensorio

ITA
ENG

A Spasso PER Bertinoro e dintorni

L'itinerario si svolge tra le località di S. Maria Nuova, Fratta Terme, Polenta, Bertinoro.


Indirizzo: Ufficio Turistico Piazza della Libertà, 3, 47023 Bertinoro (FC), Italia
Telefono: +39.0543.469213
Fax: +39.0543.444486 Web: www.visitbertinoro.it



Periodo di svolgimento: tutto l'anno
Itinerario: itinerario storico culturale


Modalità di accesso e requisiti

Località: S. Maria Nuova, Fratta Terme, Polenta, Bertinoro
Percorso:
-distanza da Cesena km 12
-distanza da Forlì km 15


Itinerari dettaglio

Partiamo da Santa Maria Nuova, a circa 7 km da Bertinoro, tra i comuni di Forlimpopoli e Cesena. Qui è nato e sepolto il grande poeta e letterato romagnolo Aldo Spallicci. Luogo della memoria la sua casa natale, una costruzione colonica tipica della campagna romagnola. Lasciata Santa Maria Nuova, a poche centinaia di metri dalla Via Emilia, immerso nel verde pedecollinare, il Santuario della Madonna del Lago, Patrona della città di Bertinoro. Su via Consolare incontriamo poi Panighina (a circa 2 km da Bertinoro), famosa per le sue fonti termali di origine preistorica. Qui si può visitare il Parco Terme. Proseguiamo su via Consolare, dove si intravedono i sontuosi parchi e le grandi ville, Villa Petrucci, battezzata balcone di Romagna, per l'ampiezza di orizzonte che ci apre. Sotto la terrazza di piazza, dove ci troviamo, si visita, quasi obbligatoriamente, la Cà de’ Bé (Casa del Vino), enoteca sede del Tribunato di Romagna dove si può gustare l’ottimo vino locale con la tradizionale piadina romagnola. Volgiamo le spalle al panorama e abbiamo di fronte Palazzo Ordelaffi, oggi sede del Comune, costruito agli inizi del XIV secolo (1306). Vi si conservano vestigia delle antiche mura, di torrioni e porte.
La Torre Civica, svolgeva funzione di 'faro' per i naviganti e per i pellegrini. Di fronte al Palazzo Comunale si erge la Colonna delle Anella, in sasso di San Marino che porta affisse 12 anelle: è il fedele rifacimento, datato 5 settembre 1926, dell’antica Colonna posta nel medesimo sito nel XIII secolo, erettavi dai Conti Arrigo Mainardi e Guido del Duca, per placare le dispute tra le famiglie nobili del tempo che si contendevano l’ospitalità del forestiero. La Colonna, simbolo dell’ospitalità rappresenta il migliore biglietto da visita della Romagna nel mondo. Ogni anno, la prima domenica di settembre si ripete il rituale antico nella Festa dell’ospitalità.
Da via Mainardi, attraverso via Fossato, si risale poi verso la Rocca, che fu costruita intorno all’anno 1000, e grazie alla sua posizione fu un’opera difensiva assai temuta e sicuro rifugio per i Conti di Bertinoro.
Oggi la Rocca viene adibita a residenza e luogo di studio come previsto dall’attività del Centro Residenziale Universitario, sede estiva dell’Alma Mater Studiorum di Bologna. Riprendendo il nostro mezzo di trasporto ci dirigiamo verso Collinello, borgo sulla strada che conduce a Polenta; domina, sul colle di Conzano, la Villa Rusconi, di epoca seicentesca, forse costruita con materiali di recupero del vicino Monastero di Santa Maria in Vincareto.
Dopo circa 6 km da Bertinoro giungiamo a Polenta, dove visitiamo la Pieve di San Donato in Polenta, già citata in un documento del 911 come Plebe Sancti Donati ,e quindi databile all’VIII secolo.
La pieve è legata al nome di Giosuè Carducci che, avendola immortalata in un suo verso, la rese famosa.


Modalità di svolgimento

In modo autonomo od organizzato. La durata del percorso è di mezza giornata o di una giornata se si sosta per il pranzo.


Ultimo aggiornamento martedì 2 marzo 2021

 

Torna indietro

Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 47121 Forlì - Tel. 0543 712111
Partita IVA: 00606620409
A cura della Redazione di Turismo Forlivese, C.so Diaz, 21 - 47121 Forlì - redazione.turismo@comune.forli.fc.it

Questo sito internet è valido xhtml 1.0 strict, clicca per accedere al validatore xhtml 1.0, il sito verrà aperto in una nuova finestra Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra sito internet validato wcag wai a