Benvenuto nel sito ufficiale di informazione turistica del Comune di Forlì e dei Comuni del comprensorio

ITA
ENG

 

Portico di Romagna

Portico di Romagna Portico sorse lungo la strada che porta a Firenze in tempi antichi, famoso all'epoca dei romani come luogo di mercati e poi come castello appartenuto ai Conti Guidi di Dovadola.


Dal 1386 fu scelto dalla Repubblica Fiorentina come capoluogo dei suoi territori. Il paese conserva ancora il suo aspetto medievale della divisione su tre livelli: la parte alta con il castello e la pieve, quella intermedia, su via Roma, con i palazzi padronali e notarili del secolo XIII e XIV che ospitarono famiglie nobili romagnole e toscane che qui riparavano a causa delle lotte politiche, ed infine i borghi degli artigiani e della plebe con le case costruite in verticale (cantina, cucina, camera da letto e solaio).



Il nome 'Portico' risale alla colonizzazione romana della Romagna (abitata allora dai Galli) che qui fondarono il portico per il mercato.
Il paese appartenne alla Santa Sede fino al 1164 quando l'imperatore Federico II di Svevia lo cedette in feudo ai Conti Guidi di Modigliana. Lo stemma del Comune, un albero di olmo, deriva dalla dall'olmo posto nella piazza sotto il quale, per Statuto, dal 1384 ogni anno nel mese di giugno il Podestà doveva leggere le leggi al popolo.


Da vedere: Palazzo Traversari, con la lapide dedicata ad Ambrogio dei Traversari, che, umanista e abate generale dei Camaldolesi, diresse i concili di Ferrara e Firenze nel XV secolo; Palazzo Portinari, di secolo XII, di proprietà di Folco, padre di Beatrice, in stile fiorentino con il balcone con le loggette che portano alla torre.. Sulle rovine del castello sorge la torre Portinari, già torre del castello dei Conti Guidi, la Torre dell'Orologio del secolo XV e la pieve e sempre nella parte alta del paese, il palazzo dei Podestà con gli stemmi dei capitani fiorentini. In basso invece, merita una passeggiata il caratteristico Borgo Piano e un po' più lontano il Ponte della Maestà sul fiume Montone.


Numerose le possibilità di escursioni verso il Monte Busca, verso la Valle del Tramazzo o attraverso il Passo Serra verso Premilcuore nella Valle del Rabbi o da Querciolano per Berleta nella Valle del Bidente.





Altitudine: 333 mslm
Popolazione: 966 abitanti


Come arrivare

Dal casello autostradale di Forlì km 38, dalla stazione ferroviaria di Forlì km 36 e dall'aeroporto di Forlì km 36. Percorrere la S.S.67 in direzione Firenze.


Per informazioni turistiche


Indirizzo:
Via Marconi, 3, 47010 Portico e San Benedetto (FC), Italia
telefono: Comune +39.0543.967047
Fax: +39.0543.967243

mail: s.verdi@comune.portico-e-san-benedetto.fc.it

Sito WEB: http://www.comune.portico-e-san-benedetto.fc.it

Notizie aggiuntive

Dal centro del paese partono numerosi percorsi e passeggiate verso i controcrinali che dividono la valle del Montone dalle vallate del Rabbi e del Tramazzo.



Ultimo aggiornamento martedì 9 febbraio 2016

 

Torna indietro

Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 47121 Forlì - Tel. 0543 712111
Partita IVA: 00606620409
A cura della Redazione di Turismo Forlivese, C.so Diaz, 21 - 47121 Forlì - redazione.turismo@comune.forli.fc.it

Questo sito internet è valido xhtml 1.0 strict, clicca per accedere al validatore xhtml 1.0, il sito verrà aperto in una nuova finestra Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra sito internet validato wcag wai a