Benvenuto nel sito ufficiale di informazione turistica del Comune di Forlì e dei Comuni del comprensorio

ITA
ENG

Palazzo Piazza Paulucci

Palazzo Piazza PaulucciL'imponente costruzione del XVII secolo che occupa interamente un lato di Piazza Ordelaffi, oggi è sede della Prefettura.


Indirizzo: Piazza Ordelaffi, 2, 47121 Forlì (FC), Italia


Come arrivare

Il Palazzo si trova in centro, a circa 200 metri da Piazza A. Saffi, ed è raggiungibile a piedi percorrendo Via delle Torri.
Parcheggi auto in Piazza Ordelaffi, Piazza Duomo e Piazza Cavour.


Informazioni storiche

L'imponente costruzione, che ricorda il Palazzo Farnese e Laterano a Roma, fu iniziata nel 1673 per volere di Mons. Camillo dei Conti Piazza, Vescovo di Dragonia, durante il periodo di massimo splendore della famiglia. I lavori, però, non furono mai terminati. Il palazzo fu portato in dote dalla Contessa Giulia Piazza quando sposò Giacomo Paulucci. L'Amministrazione Municipale acquistò poi il il Palazzo Piazza Paulucci nel 1890, in uno stato di secolare abbandono, per adibirlo a pubblica scuola. Nel 1932 si decise di adattarlo a tribunale cittadino su progetto dell'architetto forlivese L. Emilio Rosetti.


Con la diffusione intorno agli anni '30 di palazzi di giustizia di nuova concezione, il capo dello Stato Benito Mussolini volle dotare la sua città di un tribunale da costruire ex-novo, perciò furono interrotti i lavori di ristrutturazione del Palazzo Piazza-Paulucci che fu poi destinato a Palazzo del Governo.
Nel 1936 Cesare Bazzani ne ripristinò, ove possibile, le vesti decorative originarie, secondo una vera e propria progettazione in stile. In realtà, mentre i prospetti esterni vennero completati secondo un arbitrio discreto, gli interni furono manomessi in maniera disastrosa, come si può notare nella sala degli stucchi dell'appartamento cardinalizio. Bazzani predispose anche un appartamento per i soggiorni forlivesi del Capo dello Stato e per la cui decorazione incaricò la sua collaudata collaboratrice romana Maria Biseo.


Il salone d'onore, invece, fu affrescato su due pareti dal pittore forlivese Francesco Olivucci con tematiche figurative inneggianti al duce, fondatore dell'impero, e al re imperatore. Inoltre vi lavorarono gli scultori B. Boifava e A. Casalini e il pittore decoratore C. Camporesi.
Bazzani riprogettò, reinventandolo, anche il giardino retrostante secondo lo schema dei giardini delle ville cinquecentesche romane, dove la scenografica esedra di fondo si disegna sull'asse dell'ingresso del palazzo.


Notizie aggiuntive

La visita è consentita solo in occasione di particolari eventi.
 

Ultimo aggiornamento giovedì 30 agosto 2018

 

Torna indietro

Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 47121 Forlì - Tel. 0543 712111
Partita IVA: 00606620409
A cura della Redazione di Turismo Forlivese, C.so Diaz, 21 - 47121 Forlì - redazione.turismo@comune.forli.fc.it

Questo sito internet è valido xhtml 1.0 strict, clicca per accedere al validatore xhtml 1.0, il sito verrà aperto in una nuova finestra Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra sito internet validato wcag wai a