Benvenuto nel sito ufficiale di informazione turistica del Comune di Forlì e dei Comuni del comprensorio

ITA
ENG

Tredozio

Tredozio - Letto del fiumeTredozio deve probabilmente il suo nome alla denominazione Castrum Treudacium. Le origini sono antichissime: i primi insediamenti umani trovati in località S.Maria in Castello risalgono infatti all'età del bronzo o villanoviana.


Abitata anche dai romani che sottomisero i Galli Boi che erano insediati in tutta la valle, fu dominio bizantino. Nel XII secolo divenne feudo dei conti Guidi di Modigliana e svolse soprattutto funzione di 'mercatale' al centro di un grande bacino montano.


I Conti Guidi di Modigliana ebbero a lungo il controllo del territorio mediante la fortificazione di un 'Castellaccio' a guardia del borgo sottostante. La Repubblica Fiorentina ne entrò in possesso nel 1428 per un atto di sottomissione della comunità locale. Tredozio era frequentata come stazione climatica nei secoli scorsi come testimoniano i numerosi palazzi patrizi (600-700) prospicienti il corso principale del Centro Storico.


Solo nel 1923 Tredozio, come altri comuni precedentemente toscani, entrò a far parte della Provincia di Forlì (oggi Forlì-Cesena).

Il castello (Castrum Treudacium), risalente al secolo X, doveva essere di aspetto piuttosto imponente poiché costruito con solidi muri in calce e pietra.


Di forma ottagonale, nel punto centrale era posta la torre alta 17 metri attorno al deposito delle armi e munizioni, di fianco la Chiesa di S. Maria Maddalena e poi la Casa del Conte.
Purtroppo del vecchio Castello non restano che le fondazioni ed alcuni locali interrati, forse adibiti a cisterne per la raccolta dell'acqua o a cantine ed i resti della torre ed altri ruderi.


Da vedere il Palazzo Fantini opificio rurale e casa padronale, il più prestigioso palazzo tredoziese. Costruito prima del 1500, rinasce nel 1750, quando Lorenzo Maria Fantini decide di dare una dimora adeguata alla sua famiglia, proprietaria a suo tempo di 33 poderi per mille ettari di terra. Il complesso si affaccia su due cortili per sfociare, poi, in uno splendido giardino all'italiana.


La Pieve di San Michele (sec. XII) con Crocifisso dipinto su tavola della Scuola Riminese (sec. XIV) originariamente era costruita su un'unica navata, solo nel 1795 furono aggiunte le due navate laterali.


La Chiesa della Compagnia e Oratorio della Beata Vergine delle Grazie edificata nel XIV secolo, conserva al suo interno l'immagine della Beata Vergine delle Grazie.



Oggi Tredozio è una piccola comunità ricca di piccoli imprenditori ed artigiani, sia nei mestieri antichi e tradizionali sia nel settore calzaturiero, una peculiarità locale.


I laboratori calzaturieri di Tredozio producono in particolare stivali da equitazione che per la loro funzionalità e praticità hanno conquistato i favori dei cavalieri di numerosi paesi (europei e non) nonchè di svariate squadre olimpioniche per le discipline sportive legate all'equitazione.


La cittadina è anche una piacevole località di soggiorno estivo.



Altitudine: 334 mslm
Abitanti: 1.383 abitanti
Superficie: 62 kmq


Come arrivare

Per raggiungere Tredozio uscire al casello dell'A14 all'uscita di Faenza e seguire le indicazioni per Tredozio - Modigliana.


A circa 30 km lungo la Strada Statale del Tramazzo.


E' raggiungibile anche da Est da Portico di Romagna tramite il valico Monte Busca e ad Ovest da Marradi risalendo il Monte Beccugiano ed il Monte Collina.



Per informazioni turistiche


Indirizzo: Comune di Tredozio - Via dei Martiri, 1
Tel: Comune +39.0546.943937
Centro Visita Parco Nazionale Foreste Casentinesi di Tredozio +39.0546.943182
Fax: +39.0546.943921; Centro Visita Parco Nazionale Foreste Casentinesi di Tredozio +39.338.8827033
Mail: m.rossi@comune.tredozio.fc.it;
cv.tredozio@parcoforestecasentinesi.it

Sito WEB: http://www.comune.tredozio.fc.it


Ultimo aggiornamento lunedì 4 settembre 2017

 

Torna indietro

Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 47121 Forlì - Tel. 0543 712111
Partita IVA: 00606620409
A cura della Redazione di Turismo Forlivese, C.so Diaz, 21 - 47121 Forlì - redazione.turismo@comune.forli.fc.it

Questo sito internet è valido xhtml 1.0 strict, clicca per accedere al validatore xhtml 1.0, il sito verrà aperto in una nuova finestra Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra sito internet validato wcag wai a