Benvenuto nel sito ufficiale di informazione turistica del Comune di Forlì e dei Comuni del comprensorio

ITA
ENG

Gino Mandolesi 

autoritratto maceo casadei






Allievo di Maceo Casadei, pittore.


Gino Mandolesi nasce a Forlì il 19 giugno del 1915. Dal collegio Dalle Vacche di Forlì Gino Mandolesi viene avviato giovanissimo come apprendista alla Società Industrie Fotografiche. Qui conosce Maceo Casadei pittore, attivo pure nel campo del “ritocco” fotografico, dal quale apprende i primi rudimenti in campo artistico. Mandolesi continua a frequentare Maceo e a far pratica come pittore fino al 1934, allorché il maestro si trasferisce a Roma, dopo essere stato assunto dalla casa cinematografica del regime. Quattro anni più tardi, per intercessione dello stesso Casadei, anche il giovane Mandolesi riesce ad impiegarsi presso l’Istituto Luce con la qualifica di ritoccatore. Nella capitale, il tempo libero dal lavoro viene interamente dedicato all’esercizio della pittura “dal vero” ed alla frequentazione della Scuola di Nudo di via Margutta. Del soggiorno romano di Mandolesi, prolungatosi fino alla partenza per l’Africa, non restano però che rare tracce di contatti con altri artisti (Sante Monachesi, che divideva lo studio con Maceo e Giovanni Consolazione, suo collega al “Luce”), e di presenze a mostre e rassegne d’arte.
Dopo il ritorno a Forlì, nel 1946, espone in una “collettiva” assieme ad altri artisti della sua città. Tra il 1948 ed il ’49 partecipa alla “I^ Mostra interprovinciale d’arte dell’Emilia-Romagna” di Bologna, alla “II Mostra provinciale” di Forlì ed alla “II Mostra Nazionale del Disegno e dell’Incisione moderna” di Reggio Emilia. Nel 1950 è presente alla “3^ Mostra sindacale emiliana d’arte” di Bologna, mentre nel ?51 espone con successo alla “1^ Biennale Romagnola d’Arte Contemporanea” di Forlì. Negli anni successivi sono frequenti le mostre “personali” assieme ad altri artisti attivi a Forlì (Maceo Casadei, Leonida Brunetti, Giorgio Spada, Alberto Pacciani).
Muore a Forlì nel 1955.



Ultimo aggiornamento lunedì 13 luglio 2015

 

Torna indietro

Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 47121 Forlì - Tel. 0543 712111
Partita IVA: 00606620409
A cura della Redazione di Turismo Forlivese, C.so Diaz, 21 - 47121 Forlì - redazione.turismo@comune.forli.fc.it

Questo sito internet è valido xhtml 1.0 strict, clicca per accedere al validatore xhtml 1.0, il sito verrà aperto in una nuova finestra Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra sito internet validato wcag wai a