Benvenuto nel sito ufficiale di informazione turistica del Comune di Forlì e dei Comuni del comprensorio

ITA
ENG

 

Giardini Pubblici e Parco della Resistenza

parco resistenza







I giardini, sono stati realizzati nel 1816 su disegno dell'architetto L. Mirri. Negli anni a seguire hanno subito trasformazioni.

















 

Indirizzo: Ingressi da Piazzale della Vittoria e da Via Fratelli Spazzoli, 47122 Forlì (FC), Italia

Informazioni: Unità Verde Pubblico e Privato del Comune di Forlì

Telefono: +39.0543.712886

Fax: +39.0543.712889

Orario feriale apertura

Apertura dalle 7.30 al tramonto.

Orario festivo apertura

Apertura ore 7.30 al tramonto.

Periodi di apertura

Annuale.

Informazioni

Realizzato nel 1816 su disegno dell'architetto L. Mirri per dimostrare 'la patria riconoscenza del popolo forlivese' al Pontefice Pio VII, il giardino faceva parte di un gruppo di opere che tendevano a riqualificare l'area esterna intorno a Porta Cotogni. Di concezione illuministica, il giardino pubblico fu una delle nuove tipologie urbane che stava prendendo piede in Europa. In Italia generalmente, nonostante il rapido diffondersi dell'impianto all'inglese, prevalse il modello all'italiana, ordinato e dunque più adatto al passeggio e al comodo transito delle carrozze.


L. Mirri propose per il giardino pubblico un complesso disegno di aiuole simmetriche, convergenti su di un vasto spazio centrale, esaltato da un obelisco contornato da fontana a quattro vasche e relativi sedili; quattro statue delle stagioni segnalavano altrettante opposte centralità di minor dimensione.
Il fondale del giardino era segnato da tre elementi architettonici: in asse con l'ingresso, un tempietto; sugli angoli, rispettivamente la casa del custode e la Kaffehaus.


Nel 1820 G. Missirini disegnò la cancellata di ingresso sostenuta da quattro pilastri terminanti con sculture 'all'etrusca', teste femminili, sormontate da vasi per fiori, sventatamente distrutte nel secondo dopoguerra. Nel 1828, dopo la morte di gran parte delle piantumazioni e per lo scontento del Legato apostolico, la municipalità forlivese decise di procedere al completo rifacimento del pubblico giardino.


L'intervento dell'ingegnere comunale G. Santarelli apportò un completo cambiamento all'assetto originario: l'area del giardino fu ridotta e innalzata al fine di ottenere un miglior drenaggio delle acque piovane; furono divisi i percorsi pedonali da quelli carrozzabili secondo diversi itinerari; fu previsto un solo grande edificio di servizio, a sostituzione di quelli esistenti, come fondale al grande viale centrale e posto sull'ulteriore innalzamento a gradoni della parte finale del giardino.


Gli studi di trasformazione e di ampliamento del Ventennio fascista non ebbero mai applicazione; negli anni Settanta, invece, l'intervento di ampliamento ha allungato l'area fino al Viale Spazzoli, lasciando pressochè intatta la parte storica.

Come arrivare

L'entrata principale dei Giardini è su Piazzale della Vittoria.
Da Piazza Saffi, a piedi, imboccare Corso della Repubblica e giungere in fondo.

Ultimo aggiornamento lunedì 12 novembre 2018

 

Torna indietro

Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 47121 Forlì - Tel. 0543 712111
Partita IVA: 00606620409
A cura della Redazione di Turismo Forlivese, C.so Diaz, 21 - 47121 Forlì - redazione.turismo@comune.forli.fc.it

Questo sito internet è valido xhtml 1.0 strict, clicca per accedere al validatore xhtml 1.0, il sito verrà aperto in una nuova finestra Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra sito internet validato wcag wai a